Scarpe Golden Goose 2017

Ci sono professioni nelle ballate popolari che richiamano di per sé una certa promiscuità sessuale: così il soldato e il marinaio per la loro condizione girovaga, ma anche l’aratore, il fabbro, o il calzolaio o ancora il mugnaio (un po’ come per le professioni odierne dell’idraulico o il postino!). Alcuni erano organizzati in gruppi o comunità, ma spesso viaggiavano soli o con il proprio nucleo famigliare. Spesso musicisti ambulanti, erano i depositari dei canti e delle musiche della tradizone popolare..

Quanti club di calcio italiani cambieranno proprietario entro i prossimi 2 3 anni? La domanda lecita e circola negli ambienti finanziari, ormai sempre pi collegati a quelli calcistici. Le candidature sono quelle di Fiorentina, Roma e Genoa. Ma mentre per la squadra rossobl ci sono state dichiarazioni in tal senso del patron Enrico Preziosi ( discutendo con potenziali compratori e voglio lasciare per la Fiorentina al momento non c alcuna trattativa ma soltanto un malumore strisciante della famiglia Della Valle, che farebbe pensare a una decisione futura in tal senso.

L di maggiore rilevanza la straordinaria capacit del Napoli di generare Marginalit Operativa (Ebitda). In sintesi, seppur con la met del fatturato della Juve, il Napoli genera ben 130 milioni Di Margine Operativo in pi ovvero circa 438 milioni Nell temporale considerato contro i 295 circa della Juve. In termini percentuali il Margine Operativo Lordo del Napoli in media del 34% circa contro l della Juve..

Pazienza allora se in questa cornice narrativa, a metà fra Looney Tunes e Mamma ho perso l’aereo, si muovono personaggi che il trattamento Gluck ha reso praticamente irriconoscibili: Peter Rabbit è un egocentrico manipolatore, più simile all’Alvin dei Chipmunks che al roditore originale, e intorno a lui si aggirano caratteri vagamente devianti, sballati, certamente inimmaginabili dalla timida scrittrice del Novecento. Ed è proprio qui, nel tratteggiare il mondo intorno a Peter, che Gluck e Lieber rivelano la loro anima più autentica e goliardica, con una serie di personaggi secondari che sembrano usciti da Animal House (non a caso la sequenza del party selvaggio nella casa di McGregor è il momento preferito dagli adulti): il maiale dandy preda dei suoi bassi istinti, la volpe hippie esibizionista, il gallo apocalittico che ogni giorno si sveglia nel panico pentendosi di “aver fecondato tutte quelle uova”. Personaggi riusciti, ma così poco potteriani da far venire il sospetto che Gluck e Lieber avrebbero girato, molto volentieri, tutto un altro film..

Lascia un commento