Golden Goose Superstar 43

Non sono daccordo, cosa siamo nel Far West, dove la gente è legittimata a minacciarti arma in pugno nel nome della proprietà privata (tra l’altro loro non erano all’interno della proprietà, bensì in strada). Si denuncia uno, solo dopo che ha sparato. E’ di pari valore l’essere bevuti e il brandire un’arma contro un’altra persona (tra l’altro il minacciatore era spaventato e quindi doppiamente pericoloso)..

(2013) From the upper to the lower continental crust exposed in Calabria. Geological Field Trips, Vol.5 No.1. Cerca con Google. Times, Sunday Times (2013)What we need is action by the majority of musicians to present this repertoire so regularly that it becomes a normal part of musical life. Times, Sunday Times (2007)Adaptation of the hit Broadway musical. The Sun (2013)My experience is that most people enjoy a deeper musical experience when given an idea of structure, and an emotional or historical context.

Fortunately, quite a few bloggers have taken the initiative to offer targeted suggestions. Liz Burns from A Chair, A Fireplace A Tea Cozy has a post in which she’s keeping track of other people’s gift giving ideas (mostly books). You’ll find lots of links there..

All’occhio dei benpensanti la polka ballata in tale modo apparve scandalosa. Non mancarono le polemiche e le condanne nei confronti di quanti se ne facevano promotori e assertori. Molti proprietari di locali cercarono di impedire lo svolgimento di questo ballo, in quanto lo stesso, eseguito in modo caotico e violento dalle coppie in preda a una vera e propria trance, causava danni materiali (volavano tavoli e sedie, piatti e bottiglie) e allontanava irrimediabilmente la clientela piu’ tranquilla e moderata.

Oggi, nel famoso ristorante di Soho Little Italy, incontro Rupert Everett per parlare di “The happy prince”, il film uscirà nei cinema nel 2018 che lui ha scritto, diretto, montato e di cui è anche uno dei protagonisti. Everett interpreta Wilde sul letto di morte a Parigi. Accanto a lui, nella parte di Reggie, c’è Colin Firth.

All’inizio le ho detto di no, perché mi occupo solo di persone e cose che non fanno parte della mia vita. Ma lei ha ribattuto: Che ne dici del fatto che adesso ho questo nuovo corpo, questa nuova vita?. L’anno scorso ha combattuto una dura battaglia con l’endometriosi, e si è sottoposta a una isterectomia.

Diviso fra la nostra penisola e la Francia, in Italia affiancò spesso nomi celebri della comicità nostrana come Alberto Sordi (Il comune senso del pudore del 1976 e Il testimone del 1977), ma anche grandi registi come Valerio Zurlini in Il Deserto dei Tartari (1976). Mentre nella sua madrepatria si trasformò e insisté nei ruoli negativi come quello del sedicente tutore della legge in Colpo di spugna (1981) di Tavernier con Isabelle Huppert.E poi Rosi, ancora Monicelli, Citti, e Scola, fino ad arrivare al suo ruolo più bello ed edificante, quello del gigantesco Alfredo, nel capolavoro di Giuseppe Tornatore Nuovo Cinema Paradiso (1988), dove si adatta al ruolo della figura paterna di un piccolo orfano, comprendendolo anche nel più sottile dettaglio e lasciandogli in eredità qualcosa che ha del soprannaturale: la passione oltre ogni limite per il cinema. Due i César vinti come miglior attore uno per Frau Marlene (1976) di Robert Enrico e l’altro per La vita e nient’altro (1989) per il quale vinse anche il David di Donatello e fu importante nella sua carriera anche la collaborazione con Massimo Troisi, con il quale condivise il set dell’intenso Il postino (1994).Sposato con l’attrice Monique Chaumette, morì a Parigi, dopo una lunga lotta contro il cancro.

Lascia un commento