Golden Goose Sneakers Green Glitter

L’antesignana è stata Sandy Shaw che negli anni Sessanta si presentava a piedi nudi sul palco. Per mantenere i suoi “piedini da fata” ha deciso di sottoporsi negli anni Novanta a un intervento di abbellimento. La Cinderella surgery è però esplosa negli ultimi anni, e non si tratta di ridurre l’alluce valgo, ma di allungare o accorciare le dita dei piedi, oppure affusolarli in modo da indossare con eleganza i sandali gioiello.

1463KbAbstractLo scopo di questa tesi è di descrivere le valvole cardiache transcutanee, evidenziandone i vantaggi ma non trascurando i limiti delle loro attuali applicazioni. Parte iniziale si espone brevemente l’anatomia del cuore, delle valvole e il loro funzionamento, si trattano due malattie delle valvole aortiche (stenosi e insufficienza aortica), e infine si descrivono le valvole tuttora in commercio, meccaniche e biologiche, i loro pregi e i loro difetti. Parte successiva si illustrano le valvole transcutanee nei due modelli tuttora utilizzati nei vari studi, CoreValve system e EdwardsSAPIEN, e le loro differenze: il primo è auto espandibile, il secondo espandibile con l’utilizzo di un palloncino.

Per tutta la durata del workshop, ad ulteriore ispirazione degli studenti, la sede fiorentina dell’Istituto Europeo di Design ospiterà un particolare allestimento a cura di Giovanni Ottonello, direttore creativo IED. Il corner Back to the Eighties, dedicato allo storico brand di calzetteria Emilio Cavallini (sede a San Miniato, nella foto sopra alcuni modelli dell’autunno inverno in corso), metterà in mostra alcune iconiche creazioni: l’esposizione includerà tre installazioni risalenti ai leggendari esordi del brand negli anni ’80 e create da Emilio Cavallini in persona, che vedono come protagoniste le sue prime eclettiche creazioni. Come ad esempio la borsa “classica” della collezione Save My Bag (foto sopra) che ben si armonizza con il mocassino stile college del marchio low cost Primadonna Collection..

ANDREOLI: Ciascuno di noi risponde in modo deterministico al proprio bagaglio genetico, che in qualche modo è da considerare come la memoria di tutto il passato. D’altra parte, grazie alla parte plastica del cervello, abbiamo la possibilità di stare nelle nostre esperienze e di convogliarle in una storia che appartiene al presente o, addirittura, di immaginare il futuro, organizzarlo e programmarlo. Il nostro cervello è un terminale: viene sollecitato dalla nostra storia passata tramite azioni in gran parte determinate, ma è anche lo strumento che recepisce la nostra esperienza e che ci consente di vivere la nostra attualità.

Lascia un commento